Il Cavolfiore 

342.36.05.262

 

 

 

Dicembre

Il Cavolfiore

 

CARATTERISTICHE:

Il cavolfiore è un ortaggio appartenente alla famiglia delle Crucifere o Brassicacee, coltivato soprattutto nel bacino del mediterraneo. Colore verde delle foglie, mentre la sua infiorescenza è bianca e compatta.

 

PROPRIETÀ:

ha importanti virtù terapeutiche. Il cavolfiore è povero di calorie, ma ha un alto contenuto di composti antiossidanti, come tutti gli ortaggi appartenenti alla famiglia delle Brassicacee. E’ altresì un antinfiammatorio naturale, molto utile per proteggere il sistema circolatorio.

 

Il cavolfiore quando è fresco può essere consumato anche crudo. Come centrifugato o estratto viene spesso utilizzato per aiutare i fenomeni di gastrite che interessano lo stomaco, sembra sia un toccasana! La cottura migliore per mantenere le proprietà organolettiche dell’ortaggio è quella a vapore. Per fortuna esistono scuole e asili che inseriscono il cavolfiore nel loro menù settimanale, facendolo conoscere e apprezzare ai bambini sin dalla più tenera età.

 

PROPRIETÀ NUTRIZIONALI: 

95 % di acqua

2,2 % fibra alimentare

0,4 % di grassi

1,7 % di proteine

1,9 di zuccheri

Potassio, calcio, fosforo, sodio, ferro, rame, magnesio, zinco, selenio, fluoro e manganese sono i numerosi minerali presenti, per non parlare delle vitamine (A, B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, vitamina E, K e J). Il cavolfiore contiene inoltre beta-carotene, luteina e zeaxantina.

Soprattutto ricco di vitamina C, più di quella contenuta negli agrumi, e di vitamina K. Contenendo acido folicoco è una verdura consigliata per le donne in attesa.

 

Come si cucina? Si può cucinare in molti modi: si può provare dal semplice cavolfiore gratinato - scottato a vapore e poi messo a cuocere in forno con sale, olio evo, pane grattuggiato e parmigiano -, alle polpettine di cavolfiore a cui si può unire un legume, fino al cous cous di cavolfiore o a una “pizza” finta preparata con cavolfiore ridotto a farina. Oggi vi proponiamo una ricetta per preparare un’ottima vellutata di cavolfiore, è un piatto ricco di calcio e di fibre ad azione anti-infiammatoria.

 

RICETTA:

Vellutata di cavolfiore (ingredienti per 4 persone)

500 gr di cavolfiore

2 topinambur

1 cipolla bianca

1 carota

2 gambi di sedano

½ mazzetto di rucola

Qualche gambo di prezzemolo

30 gr di farina di riso integrale

30 gr di zenzero fresco

1 cucchiai odi olio extra vergine di oliva

Sale marino integrale

Pepe bianco

Acqua

Preparate del brodo vegetale facendo lessare in una pentola ½ cipolla con carota, sedano, gambi di prezzemolo per 1 ora circa. Filtrate e salate leggermente. Nel frattempo versate un cucchiaio di olio in una casseruola e fatevi rosolare l’altra ½ cipolla tritata finemente. Aggiungete il cavolfiore tagliato a piccole cime e i topinambur a dadini. Dopo qualche minuto aggiungete il brodo vegetale e la farina di riso che avrete sciolto a parte in poca acqua fredda. Mescolate e lasciate cuocere il tutto per circa 20 minuti. A cottura ultimata passate al passaverdura oppure frullate con un frullino a immersione. Servite la vellutata con una manciata di rucola fresca tritata finemente e una grattugiata di zenzero.

Proprietà terapeutiche e rimedi sono da considerarsi informazioni generiche.  Fare sempre riferimento ad uno specialista.